Berkel

Berkel

Un pò di storia:

Wilhelmus Adrianus Van Berkel, era un macellaio con una grande passione per la meccanica.

Il suo ingegno, spinto dalla necessità di migliorare gli strumenti d'allora per il taglio, lo portò a creare la prima affettatrice meccanica del periodo che chiamo' "Berkel Modello A".

Ideò un sistema per il quale una lama concava ruota perpendicolarmente alla sua base mentre un carrello con il prodotto d'affettare fermato da una morsa, scorre avanti e indietro alla lama. Sul carrello di scorrimento un’asta graduata imposta lo spessore della fetta. Durante il movimento del carrello questa leva munita di una rotellina è attivata da una staffa a forma di slitta fissata sulla base della macchina. Ciò genera la rotazione della ruota dentata collegata alla vite senza fine, dove è inserito il pettine della morsa, determinando il taglio del prodotto. Il tutto è azionato da un volano che trasmette il moto alla lama e al carrello tramite catene.

Fu così che il 12 ottobre 1898, Van Berkel fonda la sua prima fabbrica a Rotterdam.
L'anno successivo, la Van Berkel’s Patent Company Ltd produce e consegna 84 affettatrici: settantasei del modello A, tre del modello B e cinque del modello C, che nel frattempo arricchirono la gamma dell'offerta.

Oggi, dopo oltre un secolo di storia, le affettatrici e le bilance Berkel continuano a godere di un vasto mercato e di una grande reputazione. Gli apparecchi più antichi sono ancora apprezzati per la precisione meccanica, la qualità dei materiali ma anche per la raffinata eleganza. Sono diventati veri e propri oggetti di culto, ricercati e quotati da collezionisti ed antiquari di tutto il mondo.

Carrello  

Nessun prodotto

Spedizione 0,00 €
Totale 0,00 €

Carrello Check out